Faccio Nanbudo perchè…

Home/Faccio Nanbudo perchè…
Faccio Nanbudo perchè… 2017-04-13T18:41:47+00:00

opinioni corsi nanbudo

Opinioni corsi nanbudo: ecco cosa dicono i partecipanti ai nostri corsi.

STEFANO, IMPIEGATO 44 anni: 

«per imparare a coordinarmi nei movimenti»

SIMONA, IMPIEGATA IMPORT\EXPORT, 45 anni:

«…nonostante gli anni che avanzano e la vita che mi mette a dura prova, riesco ancora a ridere come una bambina ed a sentirmi leggera come una farfalla (quasi !!!)»

VINCENZO, IMPIEGATO, 54 anni:

«per essere più armonioso nei movimenti e migliorare la mia coordinazione»

LUCILLA, IMPIEGATA, 45 anni:

«mi metto in gioco …, mi rilassa…, mi diverte!»

NICOLE, 11 anni:

«Faccio NANBUDO perché mi piace, mi fa sentire sicura , mi sfogo quando sono arrabbiata e poi perché faccio nuove amicizie»

STEFANIA, EDUCATRICE SOCIALE, 40 anni:

«Per me il NANBUDO è un soffio di energia quotidiana!»

BARBARA, INSEGNANTE , 39 anni:

«perché mi mantengo in forma, mi diverto e ogni volta è una piccola sfida da superare in buona compagnia!»

DAMIANA,CASALINGA, 45 anni:

faccio Difesa e NANBUDO per imparare a difendermi, a spostarmi dalle situazioni di aggressività mantenendo l’ armonia con me stessa.

RAFFAELE,OPERATORE TURISTICO , 37 anni:

faccio NANBUDO per imparare a raggiungere il controllo e DIFESA per poterlo applicare.

LUCIA,OTTICO, 48 anni:

faccio NANBUDO perché mi fa sentire in pace con me stessa.

LUCIA, OTTICO , 48 anni: 

Faccio DIFESA perché gli altri non si sentono come me…

LUCIANA, CASALINGA , 42 anni:

volevo fare Karate, lo sport che praticavo da bambina . Poi ho visto il NANBUDO e lo faccio perché voglio mettermi in gioco.

GIGLIOLA, IMPIEGATA, 42 anni:

faccio NANBUDO  perché è un allenamento oltre che fisico, anche mentale. Per un Occidentale aprire la mente alla ricerca di un equilibrio fisico e mentale è una sfida difficile ma non impossibile!

VINCENZO, IMPIEGATO IN BANCA , 55 anni:

faccio NANBUDO perché mi aiuta a migliorare il mio equilibrio interiore oltre che quello fisico. Inoltre apprezzo molto l’ ambiente rispettoso fra gli atleti.